A Partinico tira una brutta aria

Numerose intimidazioni in questi giorni a Partinico.

Le minacce questa volta non sono rivolte solo a Pino Maniaci direttore di Telejato, ma anche ai suoi collaboratori.

I criminali hanno cominciato col rompere il vetro di una macchina lasciata in dotazione alla redazione,durante la notte, fino ad arrivare a svaligiare la casa di una giovane collaboratrice fiorentina che in questo periodo stava facendo uno stage presso l’emittente.I ladri hanno portato via cellulari e computer lasciando in casa altri beni di valore.

Ma non è tutto, hanno inoltre manomesso il quadro elettrico e l’impianto di protezione della Bmw grigia di Pino Maniaci.

Non si conoscono ancora gli autori,ma quel che è certo che le numerose intimidazioni erano volte a scoraggiare il lavoro di chi sostiene Pino nella continua ricerca di un’informazione libera e di contrasto alle organizzazioni criminali.

A Partinico tira una brutta aria, e questa volta non è colpa della Bertolino.Secondo Maniaci: “L’operazione ‘The End’ che ha rimandato in galera alcuni dei ‘Fardazza’ non basta a dire che è finita qui. Ci sono altri familiari dei Vitale che sono  nelle loro abitazioni e da li fanno valere il proprio potere. Poi ci sono i giovani rampolli che vorrebbero emergere ed accrescere il proprio prestigio. C’è vento di guerra a Partinico. Nei mesi scorsi hanno rubato diverse macchine Fiat Uno per commettere degli omicidi o delle operazioni criminali, per poi bruciarle. Giusto l’altro giorno hanno rubato una Fiat Uno. Solo un caso? Staremo a vedere”.

Quel che conta in questo momento è non arrendersi al ricatto criminale e continuare a lottare.

La rete di Salvagente lancia un appello a tutte le associazioni,ai giornali,radio,ai politici e alla gente comune di continuare a tenere i riflettori puntati su Pino Maniaci e Telejato.E’ proprio quando l’attenzione cala che le mafie colpiscono.Noi non lo permetteremo.

Valentina Ciappina

Potrebbero interessarti anche...