Appuntamento a Nichelino

nichelino

Cinque Comuni insieme per la “XVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle Mafie”. Nichelino in collaborazione con Moncalieri, Vinovo, Candiolo e None, con l’associazione Libera (promotrice della manifestazione), il presidio locale Peppino Impastato e l’associazione Avviso Pubblico, parteciperà all’appuntamento previsto per il 19 marzo 2011 a Potenza. La manifestazione ricorda tutte le vittime innocenti della criminalità mafiosa e rinnova l’impegno a contrastare le Mafie. Dal nostro territorio partiranno 150 cittadini. Le modalità del viaggio (pullman o treno) stanno venendo decise in questi giorni. Per partecipare occorre prenotarsi agli uffici Informagiovani di Nichelino e Moncalieri, all’ufficio manifestazioni di Vinovo, a quello Cultura di None o alla segreteria comunale di Candiolo. Lunedì 21 marzo i 5 Comuni organizzeranno una fiaccolata di commemorazione delle vittime della Mafia con partenza alle 20.30 da piazza Camandona a Nichelino e arrivo in via Sestriere angolo via Pininfarina a Moncalieri.

Per giungere preparati alla manifestazione del 19 marzo sono previsti cinque appuntamenti di preparazione: a Moncalieri l’11 febbraio alle 21 nella biblioteca Arduino di via Cavour 31 ci sarà l’incontro con il presidente onorario di Libera Nando Dalla Chiesa, a Nichelino il 15 febbraio alle 20.45 al Teatro Superga in piazza Macario 1 ci sarà quello con il referente di “Libera Basilicata” Don Marcello Cozzi, a None il 25 febbraio alle 21 nella sala Teatro scuole medie di via Frignone 19 si parlerà di Ecomafie con il giornalista Peppe Ruggero, a Candiolo il 4 marzo alle 21 al Centro incontro di via Roma sarà presente l’ex sindaco di Gela ed europarlamentare Rosario Crocetta, mentre a Vinovo l’8 marzo alle 21 al Teatro scuole medie Gioanetti di piazza Falcone e Borsellino ci sarà Davide Mattiello dell’ufficio presidenza nazionale di Libera. A questi incontri si aggiungeranno laboratori scolastici di educazione alla legalità democratica sui temi “Io sono un cittadino” e “Le mafie al nord”. In più: si prevede un percorso di formazione per gli amministratori locali in collaborazione con Avviso Pubblico sul tema “La corruzione negli enti pubblici” che si articolerà in cinque incontri itineranti rivolti ad amministratori e dirigenti degli uffici comunali.

Gli appuntamenti locali e la manifestazione di Potenza sono stati presentati lunedì mattina. Per Nichelino si tratta della seconda partecipazione alla giornata in ricordo delle Vittime della mafia. Nichelino è anche l’unico fra i 5 Comuni ad essere iscritto all’associazione Avviso Pubblico che promuove la legalità nelle amministrazioni locali e la formazione civile contro la mafie. L’assessore alla trasparenza e legalità nichelinese Diego Sarno  ha lavorato per riunire intorno all’evento cinque municipi. Per l’associazione Libera è molto positivo che amministrazioni diverse uniscano le forze per dare più linfa alla lotta e all’impegno anti mafia: è la prima volta che accade e i cinque Comuni sono un esempio per tutta l’Italia. «La nostra giunta aveva condiviso la partecipazione all’evento anti mafia già l’anno scorso – afferma Sarno che ha partecipato alla conferenza di presentazione dell’iniziativa a nome della giunta e del sindaco nichelinese Giuseppe Catizone – Eravamo andati in 150 alla manifestazione a Milano, ma si era trattato di una partecipazione informale. Ora invece ci arriviamo con un percorso unitario e un patto intercomunale. Don Ciotti, fondatore di Libera, disse nel 2006: “Il tempo è scaduto”. Noi riprendiamo quel messaggio per dire che la Mafia va combattuta ovunque e adesso. È un’organizzazione che esiste da più di 150 anni, ma la si può vincere. La nostra è una battaglia culturale».

Il sindaco di Moncalieri Roberta Meo concorda. «È facile dire che il problema della mafia non ci tocca, ma non è assolutamente così – sostiene il sindaco moncalierese – Per portare avanti la lotta anti mafia si deve agire su due fronti: da una parte c’è l’azione da svolgere con la rete dei Comuni sul territorio per sensibilizzare la cittadinanza, dall’altra favorire e incrementare la trasparenza all’interno dei Comuni». Il vicesindaco moncalierese Paolo Montagna rilancia. «A Moncalieri abbiamo organizzato questi eventi in collaborazione con l’assessore alla cultura Francesco Maltese – aggiunge Montagna – Ma la vera novità è la collaborazione e l’unità d’azione con i 4 municipi vicini. Vista la diminuzione di risorse di cui soffrono le amministrazioni comunali, credo che questa sia la strada da seguire anche per altri settori culturali e sociali. Anzi la collaborazione andrà estesa ad altri Comuni». Enrico Boiero del presidio “Peppino Impastato” e referente locale di Libera dice che la manifestazione nazionale si terrà quest’anno a Potenza per ricordare la presenza e la forza della mafia lucana, che molti sottovalutano. «In realtà le cosche ‘Ndrine calabresi in silenzio si sono espanse nella vicina Basilicata – spiega – Vogliamo accendere i riflettori su questo fenomeno». Applaudono all’iniziativa anche l’assessore vinovese Erika Tarantino e quello di Candiolo.

L’Ufficio Stampa
G. G.
Città di Nichelino – Ufficio Comunicazione – Antonio Infuso  – tel. 011 6819.570

Potrebbero interessarti anche...