Arrestate due ragazze palestinesi durante demolizione di abitazioni nel villaggio palestinese di Umm Fagarah

At-Tuwani – Il 24 Novembre l’esercito israeliano ha fatto irruzione nel villaggio di Umm Fagarah demolendo diverse abitazioni e prelevando due ragazze.

Alle 10:00 del mattino due bulldozer sono arrivati nel villaggio scortati da cinque mezzi militari. Senza mostrare alcun tipo di ordine di demolizione, hanno abbattuto due case, la moschea, una stalla ed una struttura che conteneva il generatore.

Nel corso delle operazioni, due ragazze palestinesi sono state fermate dalla Border Police. Mentre gli abitanti accorsi dai villaggi limitrofi osservavano, le due ragazze inginocchiate a terra dai soldati imploravano di interrompere la demolizione. Ignorando la richiesta dei palestinesi di poter mettere in salvo i conigli, i soldati hanno abbattuto la stalla ferendo ed uccidendo gli animali. Al termine delle demolizioni, l’esercito ha portato via le due ragazze senza fornire alcuna spiegazione sull’accusa.

Episodi analoghi si sono succeduti nel villaggio di Susiya, dove sono state demolite un’abitazione ed una stalla.

I villaggi di Umm Fagarah e Susiya si trovano in area C, sotto controllo amministrativo e militare israeliano. All’interno di quest’area ogni costruzione deve essere approvata dall’amministrazione israeliana. Secondo un rapporto dell’ONU, costruire è vietato su circa il 70% della Cisgiordania, con il 30% rimanente in cui vengono applicate tutta una serie di restrizioni che eliminano di fatto la possibilità di ottenere un permesso.

In aggiunta i palestinesi di quest’area sono soggetti alla legge militare che ne limita di fatto i diritti.

Il 22 Novembre un ragazzo di Umm Fagarah, fratello di una delle giovani donne arrestate, è stato prelevato dalla sua abitazione e temporaneamente detenuto per tutta la giornata, senza alcuna accusa concreta.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://goo.gl/9OidM

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

Potrebbero interessarti anche...