ATTENTATO A REGGIO CALABRIA

REGGIO LIBERA REGGIO

Titolare farmacia ferito, aveva denunciato il racket

Il Coordinamento di Libera Reggio Calabria: ” Siamo sul fronte: basta solidarietà, basta indifferenza serve corresponsabilita’ ”

“Siamo sul fronte e non si può più restare fermi a guardare. La solidarietà e l’indignazione non basta: non si può essere indifferenti. Ci vuole uno scatto da parte di tutti e prendere coscienza che è una corresponsabilità. Ci troviamo a lottare ogni giorno, oggi è toccato a Tiberio ma domani può accadere ad altri. C’è bisogno l’impegno di tutti, non possiamo non combattere questa battaglia rimane il fatto che siamo ancora soli e in pochi.” In una nota Mimmo Nasone referente di Libera Reggio Calabria commenta il ferimento con un colpo d’arma da fuoco dell’ l’imprenditore Tindaro Bentivoglio, imprenditore che aveva denunciato il racket, che si è costituito parte civile nei processi contro i sui aguzzini , socio di Libera e tra i primi socio fondatore di ReggioLiberaReggio il movimento antiracket della città,. «Siamo tutti molto provati oggi – conclude Nasone di Libera – ma quello che ci teniamo a dire è che serve che ognuno faccia la sua parte ogni giorno, gli investigatori lavorano a pieno ritmo, ci sono arresti e condanne, sequestri e confische ma manca ancora una partecipazione totale della società civile e degli operatori economici. Davanti a questi episodi tutti siamo chiamati a condividere concretamente l’impegno di chi si mette in gioco contro la criminalità organizzata.”

Potrebbero interessarti anche...