Batterio Killer. Crocetta (PD): “Diffusione notizie allarmanti danneggia produttori siciliani. L’Europa provveda con aiuti economici subito”

L’on Rosario Crocetta ha presentato un’interrogazione al Parlamento europeo in merito alla grave situazione verificatasi in seguito alla diffusione di notizie sull’E.Coli più comunemente noto come ‘batterio killer’, fenomeno che pur essendo stato individuato, ad oggi, in ortaggi provenienti dalla Spagna, ha creato allarmismi, spesso infondati, in tutta Europa, mettendo a serio rischio il lavoro di migliaia di produttori agricoli, tra cui quelli siciliani, già penalizzati dalla forte crisi economica che investe il mezzogiorno, i cui prodotti in seguito ad accurate analisi, sono risultati assolutamente sani e privi del batterio.  Ecco il testo dell’interrogazione dell’on Rosario Crocetta:

“Premesso che nel corso di una visita presso uno dei mercati agricoli più importanti del sud dell’Italia, quello della città di Vittoria (Ragusa), i numerosi produttori presenti mi hanno rappresentato la situazione economica drammatica in cui versa il settore agricolo, a  causa del panico che si é creato fra i consumatori europei nei confronti del consumo dei prodotti da ortofrutta.

I produttori in particolare trovavano ingiuste le notizie allarmanti diffuse in diversi paesi relative al pericolo di consumo di ortofrutta, mostrando l’integrità dei prodotti siciliani attraverso una ricca documentazione basata su esami effettuati in diversi laboratori sanitari da cui si evince, l’assenza di tale batterio

Considerato che  sulla presunta presenza, non dimostrata, del batterio E. Coli nei cetrioli spagnoli, ha finito di danneggiare non soltanto la Spagna, ma tutti i paesi esportatori di ortofrutta e, in particolare, l’Italia, e altri paesi mediterranei, che, fra l’altro, non hanno avuto alcun caso di malattia sono stati ingiustamente coinvolti nonostante siano totalmente estranei alla diffusione del contagio

Chiede di sapere se la Commissione Europea, per quanto esposto, intende

1. avviare una corretta campagna di comunicazione sulle modalità di diffusione del batterio e sugli alimenti eventualmente responsabili di tale diffusione indicando chiaramente, qualora venga accertata, la loro provenienza geografica;

2.stanziare contributi urgenti a favore delle categorie danneggiate a causa del panico da e.coli.

All’interrogazione è seguita una lettera dell’On Paolo De Castro, che rispondendo ad un invito rivoltogli dall’on Crocetta a recarsi in visita al mercato ortofrutticolo di Vittoria ha detto “Sono vicino alle esigenze dei commercianti e degli agricoltori, e ne condivido le paure e le esigenze in questi giorni esplicate. Come tutti voi, non ritengo soddisfacente la proposta di aiuti economici pervenuta ieri, quantificata in 150 milioni di euro. Questa mattina abbiamo incontrato il Commissario Ciolos, che ha manifestato la sua sincera disponibilità per la risoluzione di questa crisi. Insieme, abbiamo sostenuto e condiviso la proposta di aumentare gli aiuti economici da 150 milioni a 200 milioni di euro e di allargare la lista dei beneficiari degli aiuti dai settori dell’ortofrutta di lattuga, pomodoro e cetriolo anche verso altri.

I contributi verranno distribuiti in maniera equa e ordinata, prescindendo dal principio secondo cui chi prima arriva, prima riceve l’aiuto”.

fonte: http://www.politicamentecorretto.com/index.php?news=38245

Potrebbero interessarti anche...