Coloni attaccano pastori palestinesi

At-Tuwani – Verso le dieci del mattino, nella valle di Meshakha, nelle colline a sud di Hebron, davanti all’avamposto illegale di Havat Ma’on, alcuni pastori palestinesi che stavano pascolando i loro greggi sono stati assaliti da 11 coloni, provenienti dal suddetto avamposto, armati di coltelli e pietre. Al momento non c’erano internazionali e non tutti erano mascherati, hanno rincorso i pastori lungo tutta la valle per centinaia di metri lanciando pietre contro di loro ed i propri greggi, urlando ingiurie contro la religione musulmana asserendo che nessun internazionale oggi, li avrebbe protetti. Secondo quanto riportato da Shaady, pastore del villaggio di Maghayr al Abeed, un colono armato di coltello ha attaccato il suo asino per colpirlo, lui ha quindi cercato di mettere in fuga l’animale, ma nel tentativo Shaady è stato colpito da delle pietre sulla schiena e sul tronco, colpo che gli ha tolto il respiro. Shaady ha mostrato un grosso livido sulla schiena e alcune contusioni, come risulato di questo attacco.
Anche le pecore e le capre del gregge sono state colpite dalla raffica di pietre. Questo evento ha costretto il pastore a rimanere per alcuni minuti con il suo gregge cercando di guidarlo nelle fuga, evitando di smarrire o di esporre troppo il gregge all’assalto dei coloni. I palestinesi hanno riferito inoltre che alcuni soldati israeliani erano presenti alla scena ma non sono intervenuti per arginare l’attacco, non si sono nemmeno avvicinati. E’ stato inoltre riferito che alla fine i soldati sono stati visti in compagnia degli stessi coloni in atteggiamenti amichevoli quasi accompagnandoli nel loro viaggio di ritorno verso l’avamposto di Havat Ma’on.

Shaady ha voluto precisare che noi palestinesi: “abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile da parte dell’Europa e dell’America per vedere chi dei due è il vero aggressore, e di che tipo di trattamento i coloni riservano ai palestinesi.”

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams mantengono una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

foto dell’incidente: http://snipurl.com/1knqhu

Potrebbero interessarti anche...