Da Parma a Roma verso Gaza…

Da Parma a Roma per manifestare a favore della Freedom Flotilla 2, l’imbarcazione umanitaria in partenza verso la striscia di Gaza, con ancora in testa le immagini dell’assassinio a Gaza City di Vittorio Arrigoni, attivista e giornalista italiano, che ha sconvolto le persone che hanno condiviso il suo imegno a favore della popolazione palestinese. Gli attivisti del Gruppo d’Azione per la Palestina di Parma si preparano a partire in pullman sabato mattina, che partirà da Reggio Emilia e raccoglierà i manifestanti della Regione, per raggiungere il lungo del concentramento del corteo contro l’assedio di Gaza e l’occupazione della Palestina che partirà alle 14.30 da Piazza Repubblica.

A Parma il gruppo, composto soprattutto da ragazzi e ragazze
al di sotto dei trent’anni, ha promosso diverse iniziative pubbliche, tutte orientate alla denuncia della violazione dei diritti umani in Palestina. Una mostra fotografica sulla vita nei territori occupati, un presidio davanti alla ditta Pizzarotti di Parma, accusata di collaborare ad una linea ad alta velocità israeliana che passerà nei territori palestinesi, proiezione di film e documentari sugl stessi temi. E’ nato da poco ma è già attivo sul territorio ma sta attraversando il mondo dell’associazionismo e dell’attivismo politico di Parma. Sabato saranno tutti a Roma, anche per ricordare la tragica morte di Vittorio Arrigoni, a cui erano molto legati.

Circa 15 attivisti di Parma si uniranno a quelli delle altre città della Regione Emilia Romagna, da cui partiranno circa 80 persone. “Arrivati a Roma -sottolinea Latino Taddei del Gruppo d’Azione per la Palestina di Parma la mattinata sarà dedicata alla riunione del Forum Nazionale della Freedom Flotilla 2. Durante il viaggio gli attivisti che si imbarcheranno sulla nave, che partirà verso il 17 maggio con l’arrivo al porto di Gaza previsto per il 31 maggio, terranno un diario in forma di blog che verrà diffuso a livello nazionale dalla nostra rete. Andremo a Roma per fare pressione politica affinchè il Governo italiano tuteli i nostri compagni che si imbarcheranno sulla nave e per denunciare l’assedio ed il blocco in corso a Gaza da parte delle autorità israeliane. Consegneremo i soldi raccolti durante le iniziative che abbiamo organizzato a Parma negli ultimi mesi”.

fonte: http://www.parmatoday.it/cronaca/gruppo-azione-palestina-parma-roma-freedom-flotilla.html

Potrebbero interessarti anche...