Giorno 2: a Monreale in ricordo di Basile

Questa mattina siamo a Monreale per le celebrazioni dell’anniversario dell’omicidio del capitano dei carabinieri Basile. Lo ha ammazzato la mafia trent’anni fa proprio nel giorno della festa del paese mentre passeggiava insieme alla sua bambina e moglie.

Nelle vie del centro storico, all’ombra dello storico duomo, attorniato da masse di turisti, viene deposta una corona di fiori sul luogo dell’eccidio. I carabinieri in alta uniforme insieme al vescovo e al sindaco ricordano il caduto e il suo impegno civile nella lotta contro le mafie. Il comandante generale dell’arma esorta all’impegno i pochi cittadini presenti prima dell’assegnazione della laurea honoris causa in giurisprudenza conferitogli dal magnifico rettore.

Emanuele aveva trentun’anni quando è stato ammazzato e gli mancavano pochi esami prima della laurea. “Oggi il suo sogno si è avverato” ricorda uno dei fratelli alle telecamere di TeleJato.

Potrebbero interessarti anche...