I nomi sono importanti

Mosaico dei giorni
I nomi sono importanti
20 febbraio 2012 – Tonio Dell’Olio

Un nome, una foto, un familiare che la tiene alta. Tutti i
partecipanti all’Incontro internazionale per i diritti umani in
solidarietà con l’Honduras all’unisono rispondono: Presente. Siamo nel
dipartimento di Colòn, nella zona del Bajo Aguan, dove è impossibile
tenere il conto dei contadini (campesinos) assassinati da parte dei
narcos su ordine dei “terratenientes”. Sempre nella più completa
impunità. “Loro sono molto più organizzati e hanno tanti più soldi –
mi dice Leonel, un contadino anziano di un’organizzazione di Progreso
-. Loro sono le mafie, il sistema mafioso che mantiene collegamenti
saldi tra narcos, politici, imprese economiche, potere finanziario. E
quando gli dico che sono italiano, mi risponde che posso capire bene
quello di cui sta parlando. Gli dico che però noi ci fidiamo del
sistema giudiziario e investigativo e che abbiamo uno Stato
sostanzialmente democratico. Si commuove, mi abbraccia e mi dice: Que
suerte!, che siamo fortunati, perché almeno l’impunità non è la regola
e c’è giustizia. E io penso a Piazza della Loggia, a Piazza Fontana,
ai tanti familiari di vittime di mafia che ancora non hanno né verità
e né giustizia. Penso alle condanne prescritte dei potenti. Ma non ho
il coraggio di dirglielo. Voglio lasciargli la speranza che almeno in
uno Stato democratico non c’è spazio per l’impunità.

http://www.peacelink.it/mosaico/a/35688.html

20120220-155418.jpg

Potrebbero interessarti anche...