Il 17 luglio in piazza Umberto a Pignataro arrivano Libera e l'associazione Le Terre di Don Diana: nasce la sinergia con il Comune per riqualificare i beni dei clan. Il 14 luglio Cuccaro chiederà a Don Ciotti una visita ufficiale a Pignataro

Il 17 luglio alle 19, in piazza Umberto I, serata della Legalità insieme ai vertici di Libera e dell’associazione “Le Terre di Don Peppe Diana”.

Saranno portati in piazza e distribuiti ai cittadini i prodotti della raccolta effettuata sulle terre sottratte dallo Stato alla camorra di Pignataro Maggiore.

L’occasione servirà soprattutto a ufficializzare progetti nuovi e a suggellare il passaggio di gestione del pescheto Ligato e di altri beni immobili appartenuti alla mafia, dalle mani del consorzio Icaro al carnet di Libera- Le Terre di Don Peppino Diana.

La manifestazione segna, definitivamente, la conclusione di anni di inadempienze e ritardi nella riconversione dei beni della malavita locale.

Mai, nel periodo di gestione di Icaro, erano stati portati direttamente in piazza prodotti delle terre della mafia e massimi referenti delle associazioni che lavorano alla riconversione dei beni appartenuti ai potentati mafiosi di Pignataro Maggiore.

Il 14 luglio, il sindaco di Pignataro Maggiore, Raimondo Cuccaro, sarà a Castelvolturno per incontrare personalmente Don Luigi Ciotti e per siglare definitivamente il patto morale di sinergia tra Comune di Pignataro Maggiore e Libera per la concreta riqualificazione dei beni sottratti ai clan pignataresi.

fonte: http://www.pignataronuova.it

Potrebbero interessarti anche...