LA MOZZARELLA DELLA COOPERATIVA TERRE DI DON DIANA ALLA FAMIGLIA DI DON PEPPE

Un dono solenne che ha il sapore del traguardo raggiunto. La prima mozzarella prodotta dalla cooperativa sociale “Terre di Don Diana” è stata consegnata oggi ufficialmente alla famiglia del prete ucciso dalla camorra 17 anni fa.

Nelle mani dei genitori, Iolanda e Gennaro, che nella propria casa- la stessa in cui ha vissuto Don Peppe- hanno accolto decine di ragazzi provenienti da tutt’ talia. La mozzarella nel giro di pochi mesi sarà prodotta nel caseificio di Castel Volturno, dove la cooperativa gestisce una fattoria confiscata intitolata proprio a Don Peppe. La tenuta, al centro delle attività dei cooperatori che hanno già prodotto i paccheri di Don Diana con il grano coltivato sui terreni confiscati di Pignataro Maggiore, è diventata il luogo simbolo del riscatto economico, sociale e culturale delle terre di camorra. Trasformare queste ultime in terre di Don Diana, è la mission alla base delle azioni di Libera Caserta e Comitato Don Diana che, alla guida di Valerio Taglione, presenti alla consegna della mozzarella, da sempre sono al fianco della famiglia del prete, icona della lotta alla camorra. Felici Gennaro e Iolanda di ricevere il regalo che omaggia la memoria del proprio figlio. “Peppino- dice la mamma- non ce l’abbiamo più, ma siamo felici di vedere che a ricordarlo sono sempre in tanti”. Sui risultati di crescita e di liberazione dalle mafie che man mano si stanno raggiungendo in nome di Don Peppe, l’augurio della famiglia è che si vada “ sempre avanti, senza mai fermarsi”.

fonte: http://www.liberacaserta.org/

Potrebbero interessarti anche...