Musica in memoria di Vittorio

Gravina, Facoltà di Architettura di Napoli. Volti giovani e giovanissimi, ma tra loro anche meno giovani per ascoltare la musica e sostenere il progetto di Freedom Flotilla.
Impegno civile e clima festoso per il concerto che ha visto sul palco tanti artisti napoletani: JFK la sua bella bionda, Indubstry, Pennelli di Vermeer, Scarlatti garage, Massimo Ferrante, ‘ezezi, Bisca, Marco Zurzolo band’s, Ciccio Merolla, Lucariello, Enzo Gragnaniello, James Senese.
Gruppi emergenti, artisti che si affacciano alle scene nazionali, come Lucariello, che abbiamo visto sul palco del concerto del primo maggio a Roma, ma anche nomi ormai affermati, che hanno fatto la storia della musica a Napoli, tutti fianco a fianco. La musica coinvolge e unisce.

Sul palco gli artisti si sono esibiti per dar voce e sostegno alle iniziative promosse dalla associazione, ma anche e soprattutto per ricordare l’attivista Vittorio Arrigoni. Membro dell’ong International Solidarity Movement, dopo alcuni viaggi internazionali si è interessato della causa palestinese, inserito a sua insaputa nella lista nera delle persone sgradite ad Israele. Collaboratore di PeaceReporter, del quotidiano Il manifesto, di Radio 2 (Caterpillar), Radio Popolare, dell’agenzia stampa InfoPal e di varie altre testate, con ManifestoLibri pubblica nel 2009 il libro Restiamo umani, raccolta dei propri reportage da Gaza. Rapito e ucciso il 14 aprile 2011.

Le sottoscrizioni versate verranno devolute alla seconda Freedom Flotilla contro l’embargo a Gaza e per organizzare la manifestazione nazionale del 14 maggio per la Palestina.
Tanto pubblico per l’iniziativa di informazione, comunicazione e musica in ricordo di Vittorio Arrigoni e per sostenere la seconda Freedom Flotilla e tutte le iniziative contro l’embargo alla striscia di Gaza.
Al di là delle ideologie e degli schieramenti, l’arte e la musica creano incontri, momenti di condivisione e confronto. Momenti di arricchimento che dovrebbero essere possibili sempre, in tutte le parti del mondo. L’arte con la sua capacità di raccontare serve anche a questo: farci riflettere.

Autore: Chiarastella Panaccione su: http://www.ilmediano.it/

Potrebbero interessarti anche...