Na jurnata ‘e festa

Se questa giornata di festa e di lotta è per tutte le donne, lasciate

che io ne ricordi almeno alcune. Che sia dedicata questa giornata agli

occhi delle donne pieni zeppi degli amori della loro vita. Dei loro

amori tutti. Anche di quelli rotolati lungo le strade in salita ma che

contano lo stesso perché eterno non sempre vuol dire “per sempre” ma

sicuramente è “profondamente”. Alle donne che per difendere la propria

dignità e gridare il desiderio d’essere liberate hanno scelto il

proprio tempo, questo tempo: Se non ora quando? Alle donne d’Africa

che meritano il Nobel della Pace perché hanno un intero continente sul

capo come una cesta eppure camminano fiere e non sono disposte affatto

a piegarsi davanti al potere (sost. singolare maschile). A quelle che

hanno partecipato alla nostra Costituzione. Poche, ma c’erano. E le

hanno dato l’anima. Alle donne che ogni uomo ha incastonate nella

propria vita come io nella mia. E a quelle avvolte felici negli abiti

arcobaleno e vanno per la strada aprendo la via ad altre e ad altri. A

voi, che mi generate continuamente alla vita, l’augurio che dopo la

tempesta ci sia sempre una ‘jurnata ‘e festa.

Tonio Dall’Olio

Potrebbero interessarti anche...