News allarmanti da Kirkuk

Scrivo con grande apprensione a causa delle notizie che mi sono arrivate in questi giorni dall’ Iraq. Ci sono gravi movimenti intorno a Kirkuk, Moqtada al Sadr (leader fondamentalista sciita) viene quotidianamente finanziato in armi dall’Iran, e sta riunendo tutti i suoi fedelissimi per tentare di conquistare la città ricca di giacimenti, i sunniti di Allawi hanno appoggiato la sua scelta e hanno a loro volta invitato i loro soldati a marciare verso nord.
I curdi in risposta hanno spiegato un totale di 12.000 pashmerga (militari) a difesa della città, tutto è sull’orlo del baratro.
Come tanto a lungo temuto, Kirkuk è diventata lo snodo di tutti i problemi che affliggono l’Iraq, a causa degli enormi giacimenti di petrolio nel terreno sottostante.
La crisi politica e identitaria rischia di diventare bellica.
Siamo in attesa, di un miracolo, di un segno di speranza che eviti questa follia che in nome del predominio sul petrolio trascinerebbe un intero paese e un’intera comunità verso la guerra civile con costi umani terribili, più di quanto lo sia già stata in questi lunghi anni.

Chi tra noi è credente, se vuole, rivolga una preghiera verso questo popolo, chi non lo è, rivolga un pensiero.
un abbraccio

Potrebbero interessarti anche...