Non smettere di parlare!

A Bruxelles, lo scorso 24 marzo, si è tornato a parlare di Antimafia e di lotta al fenomeno mafioso in Europa, con un evento fortemente voluto dall’eurodeputato del Partito Democratico Rosario Crocetta. All’incontro hanno aderito europarlamentari appartenenti a diversi gruppi, alcuni dei quali hanno indossato la maglietta “no mafia” in segno di solidarietà. La conferenza ha visto la straordinaria partecipazione di Elisabetta Caponnetto, moglie del padre del pool Antimafia di Palermo Nino Caponnetto e del presidente dell’omonima associazione Salvatore Calleri. Presente anche una delegazione di circa 60 persone provenienti da diverse città siciliane.
Martin Schultz presidente del gruppo parlamentare dell’Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici presso il PE nel suo intervento, ha manifestato la necessità di una lotta alla mafia europea, esprimendo il suo dissenso verso un’interpretazione diffusa della mafia in molti paesi della UE, che la vedono come un fenomeno folckloristico italiano. Schultz si è impegnato per far si che vada avanti la proposta avanzata da Crocetta riguardo l’istituzione di una commissione antimafia a Bruxelles, ribadendo stima e solidarietà nei confronti di tutti coloro che ogni giorno rischiano la vita per promuovere e affermare il principio di legalità e giustizia.
Convinto che di mafia in Europa se ne debba parlare in maniera forte e approfondita anche Juan Fernando Lopez Aguilar, ex ministro della Giustizia in Spagna, oggi eurodeputato che ha rimarcato particolarmente sulla necessità che si crei una normativa comune a tutti gli stati membri, che punisca il reato di associazione mafiosa e dei crimini connessi, in maniera uguale ovunque vengano commessi, mettendo in connessione le forze di polizia dei vari stati, in modo da creare un’ampia rete unitaria che combatta la criminalità organizzata senza sconti, con regole e leggi condivise che portino ad una lotta decisa e dura negando così la possibilità alla mafia di strutturarsi più facilmente in alcuni paesi europei, perché non vi sono leggi che prevedono pene rigide e controlli approfonditi.
Intervenuti all’incontro anche i deputati Sonia Alfano, Luigi De Magistris, Rita Borsellino, Luigi Berlinguer e Sergio Cofferati.
L’eurodeputato Rosario Crocetta, promotore dell’iniziativa, ha espresso la volontà di continuare ad affrontare la questione della lotta alla mafia tanto in Italia, quanto in Europa annunciando una battaglia al Parlamento Europeo per l’istituzione della Commissione Antimafia e l’organizzazione programmatica di eventi come questo, per non far calare l’attenzione su un fenomeno, qual è quello mafioso, che ormai è assolutamente integrato nel tessuto economico – sociale di tutti i Paesi.

www.rosariocrocetta.com.

Potrebbero interessarti anche...