Ricordando La Torre, no alle mafie

“Il ventottesimo anniversario della morte di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo deve essere l’occasione per riflettere sull’ insegnamento e sulla grande testimonianza di vita che Pio ci ha lasciato”. Lo dichiara Rosario Crocetta, eurodeputato del Partito Democratico a poche ore dal 28° anniversario dell’uccisione di Pio La Torre e Rosario Di Salvo. “La Torre, non solo ha indicato un metodo efficace di lotta contro la mafia attraverso l’introduzione del 416 bis e la confisca dei patrimoni dei mafiosi, ma ha ammonito anche la classe dirigente siciliana e nazionale di liberarsi da ogni collegamento e condizionamento mafioso.

La  Torre é stato il politico siciliano che più di ogni altro si é battuto per legare la Politica all’ Etica, affermando – continua Crocetta – che i principi e la pratica della Legalità debbano essere patrimonio di tutto il sistema politico, e di tutti gli schieramenti. Tale onestà intellettuale lo colloca tra i cittadini più esemplari della Sicilia e gli attribuisce la riconoscenza del popolo siciliano e degli italiani tutti.

Ritengo che la questione, però, della cancellazione della titolazione del nome di Pio dall’ aeroporto di Comiso, abbia aperto un vulnus insanabile fra l’amministrazione di Comiso e la coscienza degli italiani onesti. Tale vulnus va riparato ripristinando la titolazione di tale struttura a La Torre. Così, come credo, si debba cogliere, più in generale, il pensiero di La Torre intensificando i controlli nei confronti dei settori deviati dell’ economia e della politica.

Sicuramente l’esistenza all’ interno di alcune Istituzioni, di soggetti che, in qualche caso, hanno anche subito condanne per reati connessi alla mafia, l’ inversione di tendenza in materia di beni confiscati, leggi come quella sullo scudo fiscale, rappresentino – conclude l’europarlamentare del PD – la posizione opposta a quella espressa da La Torre negli anni del suo grande impegno politico.

Ricordare La Torre, per ribadire più coerenza nella lotta alla mafia”.

fonte: Eco del Sud

Potrebbero interessarti anche...