Rossella Urru compie 30 anni

A 152 giorni dal sequestro, la cooperante sarda affronta un compleanno da prigioniera, rapita tra il 22 e il 23 ottobre scorsi in un capo profughi saharawi nel sud dell’Algeria. Tanti i messaggi di auguri. Il ministro degli Esteri: “Appelli in sintonia col sentire del governo. Sostengono la nostra azione discreta per riportarla a casa”
(ansa)

ORISTANO – Rossella Urru compie oggi 30 anni. Un compleanno che la cooperante sarda non potrà trascorrere insieme ai suoi cari. Perché, dopo 152 giorni, resta nelle mani di chi la rapì in un campo profughi saharawi 1 nel sud dell’Algeria, insieme a due colleghi spagnoli, nella notte tra il 22 e il 23 ottobre scorsi. D’altronde, Rossella non doveva certo attendere l’emblematico trentesimo compleanno per mettere da parte la spensieratezza e aprire gli occhi sul mondo. Lo ha fatto ben prima, quando ha scelto di mettere la sua vita al servizio di altre, 2 meno fortunate, andando in terre decisamente meno ospitali della sua Sardegna.

A Samugheo, il suo paese, i genitori l’aspettano. La grande illusione della liberazione, prematuramente annunciata tre settimane fa 3, è svanita per fare spazio a nuova angoscia e nuova paura. Ma oggi Samugheo vuole augurare comunque buon compleanno a Rossella, come fosse lì, a casa sua, anche se gli striscioni con le sue fotografie e le scritte a caratteri cubitali per la sua liberazione cominciano a scolorirsi. Perché la speranza non deve morire. La speranza dei genitori Graziano e Marisa, dei fratelli Mauro e Fausto, del parroco don Alessandro, del sindaco Antonello Demelas. La speranza di un’intera comunità, di una terra e di quanti, ogni giorno, esprimono i loro sentimenti sul sito www.rossellaurru.it.

Su un altro sito, quello della Regione sarda, i 30 anni di Rossella portano un nuovo appello. “La Sardegna ti aspetta presto a casa. Ci manchi da 152 giorni” è il messaggio d’auguri alla cooperante della presidenza della Giunta regionale, accompagnato da una foto e un “contatore” dei giorni di prigionia di Rossella. Con un “tweet”, anche il presidente della regione, Ugo Cappellacci, ricorda i “152 giorni” e il compleanno “della nostra Rossella Urru. La Sardegna chiede una sola cosa: libertà”.

Appelli “assolutamente in sintonia con i sentimenti del governo e miei personali” dichiara il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, capo di una diplomazia italiana, messa a dura prova dal tragico epilogo del blitz anglo-nigeriano per liberare Lamolinara 4 e dalle vicende indiane 5. Appelli, prosegue Terzi, che “ci incoraggiano e ci sostengono nell’azione discreta che stiamo portando avanti” per ottenere il rilascio di Rossella Urru. Pensando a lei, il responsabile della Farnesina rivolge “un pensiero affettuoso e solidale” a familiari, amici e sostenitori. Il governo italiano, rimarca Terzi nel corso di una conferenza stampa alla Farnesina, è fortemente impegnato per “riportare alla sua famiglia questa valorosa cooperante”.

Fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2012/03/22/news/rossella_urru_compleanno-32011907/

20120325-083423.jpg

Potrebbero interessarti anche...