Siamo tutti sulla Dignité

LibertéÉgalitéFraternité…DIGNITE’!!!

“La Dignité Al-Karama, uno dei due battelli del comitato francese per Gaza, ha lasciato all’alba il canale artificiale vicino alla piccola città di Salamina dove si era nascosto da tre giorni”. Inizia così la corrispondenza di Quentin Girard, giornalista di Libèration a bordo della “Dignité”, la nave che questa mattina ha finalmente portato in acque internazionali l’obiettivo della Freedom Flotilla 2 di raggiungere Gaza per denunciarne l’infame assedio israeliano. A questo punto, mentre la mobilitazione prosegue ad Atene e davanti alle ambasciate greche nelle maggiori capitali europee contro la subalternità di Papandreou alle pressioni israeliane volte ad impedire la partenza della Freedom Flotilla, gli occhi di tutto il mondo sono puntati sulla nave della Dignità che in circa 72 ore di navigazione si avvicinerà alle coste di Gaza. Con esse si avvicinerà anche il purtroppo possibile abbordaggio della marina militare israeliana, che potrebbe concentrare la sua violenza sulla piccola imbarcazione con a bordo solo 9 tra attivisti, parlamentari e giornalisti. Il governo francese, per bocca del portavoce del ministero degli Esteri, Romain Nadal, ha detto che la partenza della Dignitè è una “cattiva idea” mentre a Parigi oggi tantissimi attivisti scenderanno in piazza per chiedere che la Francia faccia pressioni perchè siano garantite la sicurezza e l’incolumità dei passeggeri. Come annunciato qualche giorno fa, un minuto dopo l’eventuale attacco israeliano ci troveremo tutti di fronte all’ambasciata israeliana a Roma e ai consolati israeliani in tutte le città italiane. Quella di aggirare e ridicolizzare il blocco della Grecia e di navigare verso Gaza è stata invece un’ottima idea, quella che permetterà a tutti noi di navigare con Dignità laddove i palestinesi ci aspettano.  SIAMO TUTTI SULLA DIGNITE’

Coordinamento Freedom Flotilla – Italia

Potrebbero interessarti anche...