Stasera: Mafia,informazione,censura

Milano, 01.12.2010 | di redazione

Ossigeno per l’informazioneSarà presentato domani a Milano, al Circolo della Stampa di Corso Venezia 16, il Rapporto Ossigeno 2010. L’incontro è promosso da Ossigeno per l’informazione e dall’Associazione Lombarda dei Giornalisti, con il sostegno dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia. Parteciperanno: Angelo Agostini, Giulio Cavalli, Luigi Ferrarella, Letizia Gonzales, Enzo Iacopino, Renzo Magosso, Roberta Mani, Roberto Morrione, Giovanni Negri, Paolo Perucchini, Roberto Rossi, Alberto Spampinato e alcuni dei giornalisti minacciati in Lombardia.

Ossigeno per l’informazione, l’Osservatorio della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti sui cronisti sotto scorta e le notizie oscurate in Italia con la violenza, documenta tutti i casi italiani di limitazione, con la violenza o con abusi legali, della libertà di espressione ai danni di giornalisti, scrittori, intellettuali, uomini politici, sindacalisti, amministratori pubblici e altri cittadini, con una particolare attenzione all’informazione giornalistica e a quel che avviene nelle zone in cui è più forte e radicata l’influenza della criminalità organizzata.

Ossigeno assume come riferimento analitico e metodologico il saggio “Mafia, informazioni, vittime: Il continente inesplorato”di Alberto Spampinato, pubblicato sulla rivista Problemi dell’Informazione n.2 del 2008, i materiali contenuti nel successivo numero monografico n.1-2 2009 e altre pubblicazioni di analisi, ricerca e documentazione prodotte dagli organismi della categoria, dall’associazionismo democratico, dalle Università.

Ossigeno trae ispirazione morale dall’esempio professionale e civile dei giornalisti uccisi o feriti in Italia mentre documentavano con rigore e coraggio le vicende di mafia, camorra, terrorismo, malaffare, le cui figure sono ricordate nel volume fuori commercio prodotto dall’Unione Nazionale Cronisti e presentato il 3 maggio 2008 in Campidoglio in occasione della prima Giornata della Memoria dei cronisti vittime di mafie e terrorismo;

Ossigeno trae altresì ispirazione dalle drammatiche vicende di Liro Abbate, Rosaria Capacchione, Pino Maniaci, Roberto Saviano e di tanti altri giornalisti, intellettuali, scrittori, storici, personaggi pubblici e privati che subiscono una limitazione della libertà di espressione con censure, intimidazioni, minacce, atti vessatori.

Per informazioni: ossigeno_2@yahoo.it

Fonte: liberainformazione.it

Potrebbero interessarti anche...