Ulixes consegna i premi 'Itaca' al buono della Calabria

Giovedì, 30 Dicembre 2010

Almeno una volta all’anno, da cinque anni a questa parte, Catanzaro rende omaggio alla Calabria migliore, alla Calabria positiva, alla Calabria da raccontare, grazie ai ragazzi dell’associazione Ulixes, patrocinati dall’amministrazione comunale.

E ieri, come di consueto, all’interno della Sala del Consiglio di Palazzo De Nobili, sono state raccontate altre storie positive, alcuni tra i migliori calabresi del 2010 hanno ricevuto l’ambito premio ”Itaca’, premiati dai ragazzi di Ulixes Vincenzo Capellupo (presidente dell’associazione), Mariachiara Chiodo, Fabio Ponessa, Salvatore ed Andrea Scalzo, Salvatore Bullotta, Francesco Gaglianese, Mariarosaria Zinzi, Massimiliano Nespola, Giuseppe Palmieri e Salvatore Lucia

Premio Itaca 2010 per la Legalità: Renato Cortese, capo squadra mobile Reggio Calabria.

Renato Cortese (foto 4), 46enne, dal 2007 a capo della squadra mobile di Reggio Calabria, ha contribuito fortemente all’arresto di ‘ndranghetisti del calibro di Giovanni Tegano, Giuseppe De Stefano, Gioacchino Piromalli, Giovanni Strangio, Rocco Gallico e Achille Palmi. Da capo della squadra speciale Catturandi di Palermo ha catturato il capo indiscusso di Cosa Nostra, Bernarndo Provenza.

A lui, Ulixes, ha deciso di assegnare il premio Legalità ‘per il suo forte ed instancabile impegno di contrasto concreto all’illegalità, di sensibilizzazione ed informazione sulla realtà delle criminalità organizzate’.

‘Il mio primo pensiero – ha detto Cortese – è che questo premio vada condiviso con tutte le persone che lavorano e hanno lavorato con me. Solo con il lavoro di squadra e con la voglia di fare qualcosa di concreto per questa terra, si possono ottenere risultati importanti. Questo premio servirà da ulteriore stimolo a far sempre meglio il mio lavoro’.

Premio Itaca 2010 per la Politica: Carolina Girasole, sindaco di Isola Capo Rizzuto (foto 9).

Alla biologa e sindaco di Isola Capo Rizzuto, Carolina Girasole, Ulixes ha consegnato il premio Itaca per la Politica, un riconoscimento che assume maggior importanza dal momento che non veniva assegnato da tre edizioni. La Girasole è la prima donna sindaco della storia di Isola, sindaco di una cittadina in cui è la ‘ndangheta a farla da padrone ma in cui la sua amministrazione si sta impegnando a far rispettare la legalità in tema di abusivismi edilizi, revisione dei vecchi bandi comunali e riorganizzazione delle risorse umane.

‘Sono onorata di ricevere questo premio per la politica, io che politica non sono o almeno non lo ero prima di diventare sindaco. Devo condividerlo con la mia giunta e con tutta la Calabria degli onesti. Quando mi fu chiesto di candidarmi a sindaco la mia prima reazione fu di rifiutare e scappare via. Poi passarono i giorni e ripensai. Arrivai alla conclusione che se ci voltiamo dall’altra parte, siamo conniventi con l’illegalità e accettai la sfida. Questo vorrei che fosse il messaggio da far arrivare a quante più persone possibile: non voltiamoci dall’altra parte’.

Premio Itaca 2010 per il Giornalismo: Ferdinando Piccolo e Angela Corica (foto 6)

Il premio Itaca per il Giornalismo è andato a due cronisti locali, Angela Corica (foto 7) e Ferdinando piccolo, entrambi giovanissimi, che si sono distinti per l’attenzione alla criminalità calabrese sul tessuto locale, dove si può incidere fortemente per mettere in primo piano quali siano gli attori e le loro attività. Entrambi, infatti, semplicemente per aver scritto di argomenti legati alla criminalità organizzata, hanno ricevuto minacce (una busta con proiettili per Piccolo, cinque colpi di pistola contro la sua auto per la Corica).

Premio Itaca Giovani 2010: Orchestra di fiati ‘Nicola Spadaro’ di Delianuova

Dell’Orchestra di fiati di Delianuova, il Maestro Riccardo Muti ha detto: ‘Si parla sempre delle cose negative del sud, mentre invece dovremmo anche parlare di quelle positive come questa orchestra composta da giovani tra i 12 e i 18 anni, a cui è stata tolta di mano la possibilità di delinquere e data la possibilità di fare musica insieme, è stato seguito da altre 25-30 bande, e questi ragazzi di Delianuova hanno vinto un Concorso Internazionale a Saint Vincent in Valle d’Aosta’.

A ritirare il premio, oltre ad una nutrita rappresentanza di giovani musicisti (foto 11), sono stati il presidente Giuseppe Scerra (foto 10)e il direttore Maurizio Managò. Forte la commozione nelle parole di Scerra, ex farmacista e fondatore dell’orchestra: ‘Eravamo partiti con l’idea di formare una banda, ma pian piano l’abbiamo trasformata in un’orchestra e siamo arrivati ad ottenere dei risultati davvero importanti. Purtroppo, però, rischiamo di chiudere bottega perché la nostra associazione vive solo grazie ai 26 euro mensili che i genitori dei ragazzi…’. Non riesce neanche a finire la frase che le lacrime scendono da sole, la voce è rotta, il silenzio colmato da un caloroso applauso.

Premio Itaca Società Civile 2010: Fondazione ‘Simona e Daniela’ Onlus (foto 2 e 3)

Il riconoscimento Società Civile è andato alla Fondazione ‘Simona e Daniela’ onlus, nata a Catanzaro nel 1999 come punto di riferimento per tutte le problematiche relative ai disabili e a chi è affetto dalla sindrome di Down e per consentire il loro inserimento scolastico e sociale. Simona e Daniela, due ragazze affette dalla sindrome di Down, erano in aula, a ritirare il premio la loro mamma, fondatrice della fondazione, Maria Natalina Gareri.

Premio Itaca per la Cultura 2010: Progetto ‘Gutenberg’, Liceo Classico ‘P. Galluppi’

Giunto alla sua ottava edizione, il Progetto ‘Gutenberg’ realizzato dal Liceo Classico ‘P. Galluppi’ di Catanzaro, si è rivelato un esperimento unico e vincente che nel corso degli anni si è imposto come polo della cultura per i giovani calabresi. Ideato nel 2003 dal preside Armando Vitale (foto 5), il ‘Gutenberg’, ha trattato diverse tematiche sociali nel corso delle sue otto edizioni, accogliendo personaggi del mondo della cultura di rilevanza internazionale. Ha ritirato il premio, il preside Vitale.

Premio Itaca 2010 per l’Economia: Cooperativa Sociale ‘Valle del Marro’ – Libera, Gioia Tauro.

In una terra in cui fare economia è complicato, la costituzione della cooperativa sociale Valle del Marro rappresenta un’importante risposta civile all’influenza del crimine organizzato. La cooperativa, infatti, nella Piana di Gioia Tauro coltiva 60 ettari di terre confiscati alla ‘ndrangheta. Il suo messaggio vuole essere quella del rifiuto del compromesso e del quieto vivere che uccide, per contribuire, invece, al contrasto della cultura mafiosa perché ‘di tutte le cose dalle quali si può ricavare vantaggio, nessuna è migliore dell’agricoltura, nessuna è più dolce, nessuna più degna di un uomo libero’.

Premio Itaca 2010 per l’Ambiente: Cooperativa ‘Segreti Mediterranei’, area naturalistica Valli Cupe (foto 8).

Alla cooperativa ‘Segreti Mediterranei’, Ulixes ha voluto consegnare il premio per l’Ambiente per l’impegno profuso nel settore del turismo ambientale, nella salvaguardia del territorio e della cultura locale, oltre che per la promozione della sensibilità ai temi dell’ambiente e del turismo ecosostenibile.

Alessandro Tarantino

fonte:   http://www.catanzaroinforma.it

Potrebbero interessarti anche...