Ultime da Kirkuk

Domenica hanno assassinato a Kirkuk un alto funzionario cristiano del governo. I terroristi, genericamente legati ad Al Sadr, agiscono in maniera tecnica, quasi militare: si muovono a gruppi, a bordo di Bmw (causa la potenza del motore) e colpiscono dai finestrini, utilizzando pistole con il silenziatore, letali per chiunque, difficili da individuare. In questa maniera uccidono quasi ogni giorno, politici, vigili urbani, medici, pashmerga e tutto cio’ che puo’ avere a che fare con l’Occidente. Sabato hanno colpito un passante qualunque, e’ morto: questa e’ gente senza scrupoli, assassini usciti dalle galere dopo il caos a seguito della caduta di Saddam, arruolati esclusivamente con lo scopo di commettere violenze e destabilizzare il Paese; questi elementi non sono assolutamente da considerare partigiani o patrioti, sono solo dei volgari criminali che hanno trovato fortuna con questa guerra.

La gente qui vede negli attentati la mano degli odiati Stati Uniti, che potrebbero giovare di una possibile guerra civile tra diverse etnie, che partirebbe proprio da Kirkuk, per rimanere sul territorio ricco di interessi. I curdi parlano gia’ di essere pronti alla battaglia, i turcomanni fanno chiamate alle armi, gli arabi pure, gli assiro-cristiani sono nel mezzo. Non so dove arrivera’ questa situazione, ma i pessimisti fanno davvero ipotesi pesanti, la guerra e’ una di queste. Ci sono odi profondissimi e antichi.

Potrebbero interessarti anche...